logo

Culture by Nature

Cuore verde tra due laghi
Da non perdere
Cuore verde tra due laghi

Chiesa di San Pietro

Carcegna Miasino

Il passaggio nella frazione miasinese di Carcegna è meritevole per gli scorci pittoreschi sul lago che ci concede; particolarmente soleggiata, grazie alla favorevole posizione, Carcegna conserva la memoria di un passato storico di discreta agiatezza, con i suoi numerosi palazzi sei e settecenteschi le cui bellezze (e panorami) si nascondono discrete dietro eleganti portoni barocchi lavorati.

La chiesa di San Pietro, posta appena fuori dal centro storico, è stata riedificata in stile barocco nel 1661 sulle fondamenta di una precedente chiesa romanica. Il progetto fu affidato al noto architetto milanese Andrea Biffi, attivo anche all'Isola Bella per i Borromeo.

La chiesa si presenta con la facciata incompiuta e una pianta latina a navata unica, con quattro cappelle allestite laterali. Le due cappelle di destra sono dedicate a San Mauro abate e alla Purificazione della Vergine, quelle di sinistra alla Vergine Immacolata e all'Adorazione dei Magi.

All’interno della chiesa si trovano ricchi affreschi barocchi di Luca Rossetti (abside, 1762) e Salvatore Bianchi da Velate (cupola, 1707 – cappella di S. Mauro, 1686 ca.), tele d’altare di noti artisti come Federico Bianchi, Luigi Scaramuzza, Luigi Garzi e Giorgio Bonola. I quadri posti nell’abside, sempre di Luca Rossetti, illustrano la morte di san Pietro (centro) e due suoi miracoli (laterali): la resurrezione di Tabita e la guarigione dello storpio.
Altare e balaustre marmoree sono ottocenteschi, di provenienza viggiutese (Giuseppe Buzzi Donelli).

Aperta tutti i giorni 9.00 - 19.00