logo

Culture by Nature

Cuore verde tra due laghi
Leggende
Cuore verde tra due laghi

Margherita Pusterla a Invorio

Bellissima cugina di Galeazzo e Luchino Visconti, Margherita fu la moglie di Francesco, rampollo del nobile casato dei Pusterla.

Margherita, oggetto del desiderio di Luchino, informò il marito delle ripetute avance del cugino. Francesco, alla ricerca di vendetta, si unì in una spedizione ai danni dei Visconti ma, scoperta la tresca, il Signore di Milano mise in atto una rappresaglia, costringendo Francesco a fuggire ad Avignone e imprigionando Margherita in una segreta del castello.

Spie istruite da Luchino si recarono in Francia e cercarono di convincere il perseguitato a tornare in Italia, descrivendogli una situazione politica milanese del tutto falsa e garantendogli che Luchino fosse alla fine del suo dominio politico.

Fiducioso, Francesco sbarcò al porto di Pisa nell'agosto del 1341 scontrandosi con le bugie alle quali aveva prestato fede: verrà arrestato e portato al patibolo con la moglie e i figli, nel Broletto di Milano.

Fra storia e leggenda, ancora oggi si dice che lo spirito di Margherita risieda nel castello, nel quale la leggenda vuole che sia stata murata viva.

Una via del piccolo borgo di Invorio è ancora dedicata alla bellissima ma sfortunata nobildonna, Margherita Pusterla.