logo

Culture by Nature

Cuore verde tra due laghi
Leggende
Cuore verde tra due laghi

La Fisica di Sovazza

Molti strani fatti sono capitati nella zona del Cuore Verde; quasi tutti questi eventi misteriosi sono riconducibili a quello strano fenomeno che prende il nome di "fisica", che però non è quella che si insegna a scuola.

Tra la gente del posto si racconta che molte persone "lavoravano la fisica" e quando questo succedeva uomini, donne, cose e animali si trasformavano e prendevano forme e dimensioni anormali, spettrali o fantastiche, paurose o stravaganti. Così anche nel Comune di Armeno, nelle frazioni di Sovazza e Coiromonte, potevano apparire ombre furtive che si agitavano nella notte o animali che improvvisamente si trasformavano in gigantesche presenze.

Viene riportata oralmente la leggenda di un abitante di Sovazza, il Bert: si dice che il prete del paese, affacciandosi dalla finestra della canonica, chiese a Bert dove stesse andando a cavallo del suo fedele asinello, lui ribattè sgarbatamente e il parroco rispose "Ma va all'orco!" e subito l'asino di Bert si ingigantì, diventando più alto e più grosso delle case che erano lì attorno e imbizzarrito iniziò a correre. Saltava tra una vallata e l'altra, scendeva nei burroni e li risaliva con un balzo, arrivava in cima alle montagne circostanti per poi buttarsi nei paesini sottostanti. Il Bert gli stava in groppa in preda alla paura.

La storia non racconta se il Bert sia mai tornato a casa ma dopo questo episodio nessuno ha mai più risposto male al prete di Sovazza.