logo

Culture by Nature

Cuore verde tra due laghi
Fiori dei Laghi
Cuore verde tra due laghi

Acero Rosso

Queste latifoglie a foglie caduche appartengono alla famiglia Aceracee. Il genere Acer conta circa 150 differenti specie, tutte originarie dell'emisfero borea le (Europa, Asia, America) ma soltanto otto appartengono alla flora spontanea italiana. 


Tra gli aceri della nostra penisola i più importanti sono l'acero riccio, il napoletano, l'acero campestre, quello montano e l'italico. Si tratta di piante rustiche, resistenti al freddo, che abbisognano di terreni ricchi e ben drenati.

Gli aceri vivono tutti nelle zone temperate e oltre che per l'aspetto forestale sono da tenersi in grande considerazione anche per il loro valore paesaggistico, all'approssimarsi dell'inverno, quando le loro chiome assumono delle tonalità dal giallo al rosso vivo, a seconda delle specie, con un effetto difficilmente descrivibile.
 I fiori sono piccoli, generalmente ermafroditi, riuniti in grappoli giallo-verdastri; le foglie sono assai variabili, da specie a specie (da semplici a composte, palmate, con fino a 7 lobi), provviste di lungo picciolo e con nervature palmate molto evidenti. 


Alcune varietà di Acero sono coltivate per il loro fogliame ornamentale mentre altre specie sono coltivate per il legno e la corteccia.