logo

Culture by Nature

Cuore verde tra due laghi
Territorio
Cuore verde tra due laghi

Storia e Leggende

L'uomo s'insediò in questo territorio già molti millenni fa, grazie al clima assai mite del Lago Maggiore e del Lago d'Orta.

Numerose sono le necropoli gallo-romane rinvenute in tutta l'area; da ricordare, in particolare, quelle di Ameno e Carcegna. La nota via Settimia, divenuta Francisca nel Medioevo, in epoca Romana passava, infatti, per Armeno, Miasino e Ameno.

Qui il Cristianesimo giunse solo intorno al IV-V secolo; per questo, per lungo tempo, pratiche pagane e riti cristiani hanno convissuto, lasciando profonda testimonianza.

Per un millennio il versante Cusiano del territorio ha fatto parte del Principato Vescovile della Riviera di San Giulio, mentre il Vergante, dopo essere stato dominio dei Visconti, fu sottoposto ai Borromeo, signori infeudati dai duchi di Milano a metà XV secolo.

Entrambi i territori verranno prima a far parte del Piemonte Sabaudo - nel XVIII secolo, sottraendosi al secolare legame con Milano - e poi del Regno d'Italia

Molte sono le leggende su questi territori, che si tramandano da padre in figlio.